Benvenuto nel Sito dell`Associazione Culturale  Messaggero Sardo

HomeNovasAttualitàCon la Sardegna nel cuore nel segno della condivisione

Attualità

Con la Sardegna nel cuore nel segno della condivisione

 La condivisione e la convivenza di diverse identità, la trasmissione di tradizioni e origini, vissute nel rispetto reciproco, sono un arricchimento per tutti, per la comunità che accoglie e per chi è accolto.

E' questo il messaggio che ha lanciato il vicesindaco di Ciampino, con delega alla Cultura, Ivan Boccali, dal palco della manifestazione “Con la Sardegna nel cuore”, giunta alla sua ottava edizione, che si è svolta dal 27 al 29 settembre, nella Parrocchia del Sacro Cuore di Gesù, al centro Ciampino.

 

Un evento che incassa il plauso e il sostegno dell'amministrazione tutta, rappresentata in questa sede anche dal sindaco, Daniela Ballico, e dalla consigliera Mirella Atzori che si è detta fiera di questo gemellaggio tra la sua città e la terra della sua infanzia, essendo anche lei di origini sarda.

Ricordo ma anche accoglienza e coesistenza sono stati quindi temi centrali in tutta la manifestazione organizzata dall'Associazione Culturale Grazia Deledda APS, sotto la regia del Presidente Pierluigi Frigau e Vicepresidente Andrea Atzori, ripagati dalla calorosa partecipazione di pubblico.

I protagonisti sardi presentati ai tantissimi visitatori sono stati:

Il gruppo delle Maschere di Sorgono, con una vivida e coinvolgente rappresentazione dell'antico rito de “Is Arestes e S’urtzu Pretistu”; il cantautore Francesco Garau in arte Francis-Q, che con la sua poetica tipica del narratore ha raccontato in musica storie sarde famose ma anche familiari; il duo musicale Frores de Acantu che ha accompagnato i balli spontanei che non si sono fatti attendere; e il Gruppo Folk di Burgos che ha colorato la manifestazione con i costumi tradizionali e i balli sardi coreografici.

A dare corpo allo scambio culturale sono intervenute, come realtà locali, le Associazioni sportive di Ciampino con i loro spettacoli e danze. Ha chiuso le esibizioni l'artista di Zelig Claudio Sciara con la sua performance “Storie di ordinaria follia”.

Fuori dal palco, l'altro terreno di confronto sono state le esposizioni: una raccolta di fotografie dei “I Disertori della vanga” di Albano Laziale e quadri “l'arte dei Castelli Romani e il Folklore della Sardegna a Ciampino”.

In ultimo ma non meno importante è stata apprezzata la presenza dell'artigianato e del cibo, da sempre collettore irresistibile di popoli, sia negli stand di prodotti tipici, sia con i pranzi e le cene tipiche isolane che hanno avuto tanto successo tra gli avventori.

Con questo evento il popolo sardo, in questo caso popolo di emigrati sardi nel Lazio, si fa latore di principi importanti, si riunisce e porta in dono a questa città, l'esperienza della propria terra mai dimenticata, dimostrando il cammino ricco e positivo che può nascere dall'unione fra identità diverse, pur restando attaccati elle proprie origini.

Foto di Melchiorre Pala

Barbara Regina

 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalita illustrate nella pagina di policy e privacy.

Chiudendo questo banner , scorrendo questa pagina,cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all`uso dei cookie. Per saperne di piu'

Approvo

Pubblicità big

Archivio

In questa sezione potrai trovare tutti i numeri del "Messaggero Sardo" dal 1969 al 2010

Archivio Nuovo Messaggero Gds Online...

Circoli

Elenco completo di tutti  i circoli sardi in Italia e nel Mondo, le Federazioni e le Associazioni di tutela.

Sport

Le principali notizie di tutti gli sport.

In Limba

Le lezioni in limba, il vocabolario e le poesie in limba.

doğal cilt bakımı doğal cilt bakımı botanik orjinal zayıflama ürünleri doğal eczane avon