Benvenuto nel Sito dell`Associazione Culturale  Messaggero Sardo

HomeNovasAttualitàMontemaggio ancora nel cuore

Attualità

Montemaggio ancora nel cuore

 Per iniziativa dei circoli sardi “Peppino Mereu” di Siena e all’ACSIT di Firenze il 28 marzo sono stati celebrati i 75 anni della Resistenza, che ricordano l’anno più drammatico della seconda guerra mondiale: il 1944. E’ stato dedicato un pomeriggio - alle Stanze della memoria a Siena - con al centro storie umane.

E’ stata una lunga giornata di memoria dedicata ai 19 giovani partigiani trucidati a Montemaggio dai fascisti 75 anni fa. Sono intervenuti Pietro Clemente (“Storie individuali e memoria pubblica”, Riccardo Bardotti (“L’eredità dell’Eccidio del Montemaggio”), Angelino Mereu (“Storie di Resistenza di sardi in Toscana: Piero Borrotzu e Giovanni Cau”) e Gavina Cherchi (“La nascita di Ammentos e la memoria di Gavino Cherchi, partigiano”.

Quei 19 giovani sono ancora con noi, nelle nostre coscienze, e nella volontà di trasmetterne le memoria.

 

Li abbiamo ricordati nella Chiesa romanica di Badia a Isola, davanti a tanti ragazzi della scuola media, attenti e pieni di domande, accanto al luogo dove i loro corpi - 75 anni fa - furono sepolti in una fossa comune e quindi riesumati, ricomposti (portati a casa da padri e madri segnati per sempre), non lontano dalla casa contadina che diede loro ospitalità e che è diventata un centro di formazione alla pace e alla consapevolezza storica per i giovani.

Ci hanno aiutati a ricordare tre straordinari testimoni del tempo: Guido Lisi della stessa formazione partigiana Lavagnini che conosceva tutti quei ragazzi ammazzati e li ha ricordati da compagno. Enrico Pieri presidente dell'Associazione dei Martiri di Sant'Anna di Stazzema, e con lui anche una donna di Sant'Anna, erano entrambi bambini nel ‘44 e hanno raccontato la storia della loro sopravvivenza orfana di genitori e di comunità, distrutte dai nazisti.

La forza e la semplicità di messaggio di questi protagonisti del tempo - che oggi hanno dagli 85 ai 95 anni - ha emozionato tutti .

Si può avere il passato ancora nel cuore se viene trasmesso con umanità e vivezza, se si decide di portarselo appresso in modi diversi e nuovi, come i giovani vorranno, per imparare sempre.

Al pomeriggio i giovani morti di Montemaggio hanno dialogato con tanti altri giovani partigiani d'Italia, soprattutto i sardi militari o emigrati che fecero parte della resistenza. Nel 75° del terribile 1944 si volevano far dialogare storie d'amore e di dolore, di giovinezza spezzata, ma anche di scelte fatte con coraggio e responsabilità, rivendicate con orgoglio.

In particolare abbiamo seguito le tracce nel cuore della storia familiare e poi pubblica di Gavino Cherchi, professore di liceo a Parma, militante della resistenza ucciso e buttato nel fiume dai nazisti, disperso, mai ritrovato, lo stesso 28 marzo dell'anno dopo.

La forza di una memoria senza corpo ci è stata raccontata da Gavina Cherchi, destinata già dal nome a 'portare' la memoria del fratello di suo padre. Da questo impegno è nato a Ittireddu in Sardegna un centro di raccolta e studio delle storie delle persone. Si chiama: Ammentos. Archivio memorialistico della Sardegna.

 

 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalita illustrate nella pagina di policy e privacy.

Chiudendo questo banner , scorrendo questa pagina,cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all`uso dei cookie. Per saperne di piu'

Approvo

Pubblicità big

Archivio

In questa sezione potrai trovare tutti i numeri del "Messaggero Sardo" dal 1969 al 2010

Archivio Nuovo Messaggero Gds Online...

Circoli

Elenco completo di tutti  i circoli sardi in Italia e nel Mondo, le Federazioni e le Associazioni di tutela.

Sport

Le principali notizie di tutti gli sport.

In Limba

Le lezioni in limba, il vocabolario e le poesie in limba.

doğal cilt bakımı doğal cilt bakımı botanik orjinal zayıflama ürünleri doğal eczane avon