Benvenuto nel Sito dell`Associazione Culturale  Messaggero Sardo

HomeNovasPrimo PianoDecreto semplifica i rapporti con i Circoli sardi

Primo Piano

Decreto semplifica i rapporti con i Circoli sardi

 Dal 1° gennaio è in vigore il Decreto che semplifica i rapporti tra Regione e mondo dell’emigrazione sarda organizzata.

Il Decreto, che sostituisce i precedenti Decreti assessoriali in materia, costituisce il Nuovo Atto di indirizzo interpretativo e applicativo della Legge regionale 7/1991 per l’Emigrazione.

 

Una legge che al tempo della promulgazione era innovativa ma che, con l’andare degli anni, pur confermando la validità dei principi ispiratori, ha accusato i limiti di rigidità e inadeguatezza per fronteggiare le nuove realtà.

Non c’è stato assessore che non abbia promesso di fare una legge per l’Emigrazione, o almeno di modificare quella in vigore. Ma tutti i tentativi, sostenuti anche dalla Consulta e dalle organizzazioni degli emigrati, sono stati inutili. Qualche volta si è riusciti persino a elaborare un testo condiviso, con tanto di articoli. Ma una volta approdato in Consiglio regionale si è arenato ed è decaduto con la legislatura.

Anche l’assessore Virginia Mura si era prefissa l’obiettivo di varare una nuova legge per l’emigrazione o, quanto meno di snellire quella del 1991, che dopo un quarto di secolo appariva inadeguata a dare risposte tempestive alle istanze della vecchia e della nuova emigrazione. Dopo essersi impegnata con caparbietà, resasi conto che quella strada era difficilmente percorribile, l’assessore Mura ha aggirato l’ostacolo modificando, con un Decreto assessorile, che trae origine dalla necessità di un nuovo atto interpretativo e applicativo della normativa in materia di emigrazione. Esigenza condivisa dalla Consulta regionale dell’Emigrazione nella seduta del 2 febbraio 2018.

E così sono state introdotte nuove regole per la rendicontazione delle spese che Circoli, Federazioni e Associazioni di tutela sostengono per le attività istituzionali, regole che tengono conto delle innovazioni informatiche intervenute in questi anni.

Il Decreto contiene anche Disposizioni in materia di organizzazione dei circoli. Indica le modalità di rinnovo delle cariche sociali e definisce gli interventi dell’ Amministrazione regionale quando non vengono rispettati i principi democratici e le regole. Precisa anche i termini di durata del Direttivo, tre anni, e che la carica di Presidente non potrà essere ricoperta per più di tre mandati.

Gli stessi termini valgono anche per le Federazioni e per le Associazioni di tutela.

Un capitolo del Decreto è riservato alla tipologia di contributi che in base alla legge 7/1991 possono essere concessi ai Circoli, alla Federazioni e alle Associazioni di tutela.

I Circoli, per ottenere le spese di funzionamento devono  garantire l’apertura della sede almeno un giorno alla settimana per un minimo di tre ore e per almeno 30 settimane all’anno.

Per spese di funzionamento si intendono quelle per l’affitto della sede (o, per le sedi di proprietà le spese di mantenimento), luce, acqua, elettricità, riscaldamento, spese di segreteria e per un servizio informativo e di supporto ai soci. Il Decreto specifica, voce per voce, quale spese viene riconosciuta e rimborsata, comprese quelle per la stipula di un’assicurazione dei locali e delle attrezzature, o quelle per spese bancarie.

E’ prevista anche, come spesa ammissibile, quella per l’informazione e la comunicazione (acquisto di libri e riviste, ma anche la redazione e stampa diretta di opuscoli, giornalini, o altro materia di interesse per il mondo dell’emigrazione).

Il Decreto introduce una novità importante: stabilisce che si possono utilizzare per le attività fondi ottenuti e risparmiati dai Circoli per il funzionamento.

Per le attività sono ammesse le spese sostenute per attività sociali, culturali, di formazione, informazione e promozione economica della Sardegna. Il programma deve essere proposto all’Amministrazione regionale per l’approvazione entro il promo semestre dell’anno. Vengono poi specificate  le indennità rimborsabili per la partecipazione a convegni, conferenze, dibattiti legati a temi rilevanti per l’emigrazione, a riunioni convocate dall’Assessore del Lavoro, riunioni degli organismi delle Federazioni e tra  i direttivi delle Federazioni i Circoli aderenti.

Sono ammesse le spese di prima dotazione di attrezzature e arredi in occasione del riconoscimento di nuovi Circoli. Tra cui anche apparecchiature informatiche, stampanti, fotocopiatori e quanto altro serva ad attrezzare in maniera funzionale la sede e gli uffici dell'Organizzazione.

Contributi sono espressamente previsti per la celebrazione dei Congressi delle Federazioni dei Circoli  e delle Associazioni di tutela dei Sardi nel Mondo, per il rinnovo delle cariche statutarie. Per beneficiare dei relativi contributi, che possono arrivare fino al 90% del preventivo presentato ed approvato, la domanda deve essere presentata l'anno precedente allo svolgimento dell'evento, a firma del presidente della Federazione o dell'Associazione, sull'apposita modulistica, all'Assessorato del Lavoro.

I Congressi, anche se non si richiede il contributo, devono essere comunicati, almeno tre mesi prima dell’evento all'Amministrazione Regionale che può partecipare al procedimento elettorale Eccezionalmente, qualora non vi fossero le risorse economiche per effettuare i congressi, il rinnovo delle cariche deve comunque avvenire, attraverso modalità concordate con l'Amministrazione Regionale.

Sono riconosciute ammissibili le spese per affitto di locali, impianti e/o strutture, allestimento dei locali, addobbi, montaggi attrezzature e relativo smontaggio,  vigilanza e custodia, assicurazione, ivi compresi i trasporti, noleggio attrezzature/strumentazione tecnica. Viaggio e ospitalità (vitto e alloggio) per i soli partecipanti formalmente invitati dalla Federazione che organizza il Congresso, ed espressamente delegati dalle Federazioni (fino ad un massimo di 2 persone per Federazione, una se delegata dal Coordinamento dei Circoli o dal Circolo singolo, dove non esiste la Federazione) o dalle Associazioni di Tutela e dalla loro Federazione, (una persona per Associazione e per la Federazione), viaggio e ospitalità (vitto e alloggio) per i soli partecipanti formalmente invitati dalla Federazione, viaggio e ospitalità (vitto e alloggio) per i soli delegati provenienti dai Circoli federati alla Federazione che celebra il Congresso, per eventuali relatori, conferenzieri, gruppi folcloristici e artistici non residenti, la cui prestazione sia ricompresa nel programma del Congresso, nonché i compensi previsti nel programma del Congresso, trasmesso ed approvato dall'Assessorato del Lavoro. Ma vengono riconosciute anche spese per pubblicità e divulgazione dell'evento, trasporto di partecipanti e ospiti,  acquisto di materiale d'uso e consumo (cancelleria ecc.), pulizie, spedizioni postali, eventuali assicurazioni; rimborso indennità chilometrica per i residenti fuori dalla città sede dell'evento, cena sociale di chiusura dei lavori riservata ai partecipanti/delegati, ospiti, autorità, conferenziere, organizzatori dell'evento, spese di tipografia e pubblicazione atti.

Il Decreto indica poi le modalità di rendicontazione.

Un altro capitolo del Decreto riguarda il finanziamento dei Progetti regionali. Con il finanziamento dei progetti – sottolinea il Decreto - l'Amministrazione intende valorizzare il ruolo della rete dei Circoli, delle loro associazioni e Federazioni nel mondo, con particolare riferimento alle politiche regionali di internazionalizzazione avvalendosi della loro collaborazione operativa delle stesse, come una delle condizioni strategiche, a supporto delle attività promozionali dell'Isola.

Le comunità sarde residenti all'estero costituiscono già un mercato di riferimento dei prodotti

tipici della tradizione e della cultura regionale, ma possono essere promotrici e dare impulso ad una

maggiore conoscenza del nostro territorio, delle sue produzioni e della sua cultura, inoltre possono

facilitare l'attrazione investimenti nell’Isola e le relazioni imprenditoriali e commerciali che

s'intendono instaurare.

l progetti finanziati con risorse regionali sono di norma proposti e realizzati direttamente dalla Regione tramite il Servizio competente in materia. La realizzazione – specifica il Decreto - potrà

anche essere affidata alle Federazioni, alle Associazioni di tutela o ai Circoli. l criteri e le modalità per l'attuazione degli interventi sono quelli indicati nel Programma annuale e nel Piano triennale.

I Progetti regionali possono essere proposti anche dalle Federazioni, dalle Associazioni di Tutela, da Associazioni di Circoli e da singoli Circoli.

Per la valutazione dei progetti l'Amministrazione nominerà una commissione, che potrà essere integrata da un membro esterno, esperto nella materia, di nomina assessoriale.

Nella valutazione delle proposte di Progetto si terrà conto, prioritariamente, della coerenza con le linee guida previste nel Piano annuale, della capacità tecnico-organizzativa dimostrata nella realizzazione dei progetti relativi agli anni precedenti, della chiarezza e completezza della proposta progettuale e della capacità di fare sistema e di coinvolgere aree vaste di territorio.

Il Decreto precisa anche che sono ammissibili contratti di collaborazione e specifica i criteri da seguire. Un capitolo è riservato ai documenti giustificativi delle spese di viaggio, vitto e alloggio, alle spese di rappresentanza, alle spese varie. Specificando che le ricevute devono essere tradotte e certificate dal Presidente del Circolo, Federazione o Associazione di Tutela se in lingua diversa dall’italiano.

Il Decreto conclude indicando anche le sanzioni per gli inadempienti e la premialità (5% sulla quota delle attività) per i Circoli e le Associazioni che invieranno correttamente video, foto ed informazioni per il caricamento sui siti della Regione.

 

 

 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalita illustrate nella pagina di policy e privacy.

Chiudendo questo banner , scorrendo questa pagina,cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all`uso dei cookie. Per saperne di piu'

Approvo

Pubblicità big

Archivio

In questa sezione potrai trovare tutti i numeri del "Messaggero Sardo" dal 1969 al 2010

Archivio Nuovo Messaggero Gds Online...

Circoli

Elenco completo di tutti  i circoli sardi in Italia e nel Mondo, le Federazioni e le Associazioni di tutela.

Sport

Le principali notizie di tutti gli sport.

In Limba

Le lezioni in limba, il vocabolario e le poesie in limba.

doğal cilt bakımı doğal cilt bakımı botanik orjinal zayıflama ürünleri doğal eczane avon