Benvenuto nel Sito dell`Associazione Culturale  Messaggero Sardo

HomeAppuntamentiNel MondoParigi: 12 maggio – convegno sul pensiero di Gramsci in Francia

Gli Appuntamenti nel mondo

Parigi: 12 maggio – convegno sul pensiero di Gramsci in Francia

 Sabato 12 maggio a Parigi, nell’ Auditorium de la Cité Internationale des Arts, 18 Rue de l’Hôtel de ville, si terrà un convegno internazionale dedicato ad Antonio Gramsci.

Dopo i saluti istituzionali i lavori saranno aperti alle 10,30 dalla relazione introduttiva di Paolo Pulina sul tema “La ricezione delle opere e del pensiero di Gramsci in Francia, 1953-1975”.

 

Seguiranno le relazioni di Jean-Yves Frétigné (Université de Rouen), “La ricezione delle opere e del pensiero di Gramsci in Francia, dal 1976 ad oggi”; Anthony Crézégut (Paris, Centre d’histoire de Sciences Po, doctorant), “Le prigioni immaginarie di Gramsci. Genealogia di una prima edizione francese (1947-1959)”; Anna Chiara Mezzasalma (Università di Vienna), “Le fasi di diffusione delle opere e del pensiero di Gramsci in Francia confrontate con quelle nelle due Germanie”.

Marco Di Maggio (Università La Sapienza di Roma),affronterà il tema “Gramsci e i comunisti francesi: malintesi, distorsioni, interpretazioni” ; concluderà Sébastien Madau, “Gli studi su Gramsci del figlio di un emigrato sardo a La Ciotat”.

Nel pomeriggio alle 15.30 incontro con i giovani e i rappresentanti dei circoli sardi in Francia.

Alle 17.00 recital poetico e musicale:“Lettre à Gramsci” de Marc Porcu et una lettera di Gramsci interpretata dall’attore Bruno Putzulu.

Melodie di Lao Silesu eseguite al piano dal maestro Giulio Biddau, soprano Vittoria Lai.

Il Convegno, organizzato dalla Fasi, dalla Fondazione Gramsci con la collaborazione dell’assessorato del Lavoro della Regione sarda, nell’ambito delle iniziative del progetto “Sardinia Everywhere”, si propone di ricostruire le tappe attraverso le quali è avvenuta la penetrazione in Francia degli scritti di Gramsci in traduzione e si è consolidata la diffusione del suo pensiero, in particolare a partire dagli inizi degli anni Settanta, quando - a conclusione di un quinquennio in cui intenso era stato l'interesse a Gramsci da parte di singoli studiosi - si verifica in Francia una vera e propria “Gramsci-Renaissance”, cioè la scoperta “entusiastica” del pensatore sardo da parte di vasti strati di intellettuali.

Questa “esplosione” di studi su Gramsci non è importante soltanto perché ha come risultato una diffusione a livello di massa del dibattito sulla figura e sull'opera del teorico sardo, ma anche e soprattutto perché impone una salutare riconsiderazione di Gramsci anche in Italia.

Analizzare le tappe attraverso le quali è avvenuta la conoscenza di Gramsci può essere utile per istituire un confronto con le fasi attraverso le quali è passata l'interpretazione di Gramsci in Italia.

*La vignetta su Gramsci in copertina è di Wiaz (da “Le nouvel Observateur”)

 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalita illustrate nella pagina di policy e privacy.

Chiudendo questo banner , scorrendo questa pagina,cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all`uso dei cookie. Per saperne di piu'

Approvo

Pubblicità big

Archivio

In questa sezione potrai trovare tutti i numeri del "Messaggero Sardo" dal 1969 al 2010

Archivio Nuovo Messaggero Gds Online...

Circoli

Elenco completo di tutti  i circoli sardi in Italia e nel Mondo, le Federazioni e le Associazioni di tutela.

Sport

Le principali notizie di tutti gli sport.

In Limba

Le lezioni in limba, il vocabolario e le poesie in limba.

doğal cilt bakımı doğal cilt bakımı botanik orjinal zayıflama ürünleri doğal eczane avon