Benvenuto nel Sito dell`Associazione Culturale  Messaggero Sardo

HomeNovasAttualitàA Melbourne mostra sul “Carrasegare”

Attualità

A Melbourne mostra sul “Carrasegare”

 Martedì 20 febbraio, organizzata dalla “Sardinian Cultural Association”, il circolo Sardo di Melbourne, nei locali del Co.As.It. di Carlton, è stata allestita una mostra la mostra fotografica dal titolo “Su Carrasegare – Oltre le maschere” a cura della graphic designer Paola Steri, con fotografie di Luca Pisci, entrambi originari della Sardegna e da un anno e mezzo residenti in Australia, prima a Perth e poi a Melbourne.

 

La mostra era dedicata alle maschere, ai costumi e alle credenze più arcaiche legate al Carnevale in Barbagia.

E’ stato Paolo Lostia, presidente dell’Associazione culturale sarda di Melbourne, a presentare Luca Pisci. Il fotografo ha raccontato di essere tornato in Sardegna per portare avanti una ricerca sul carnevale e sulle maschere della Barbagia.

All’evento ha dato grande risalto il giornale “Il Globo” ricordando che “il nome Barbagia richiama subito alla mente una terra aspra e selvaggia dove tradizioni antichissime si conservano intatte dalla notte dei tempi. Tra queste, anche le tradizioni legate al Carnevale (su Carrasegare in sardo) che in questo periodo dell’anno tornano ad animare i borghi di questa terra al centro della Sardegna”.

La ricerca di Luca Pisci – riferisce Il Globo - è stata ulteriormente approfondita grazie alla collaborazione con Salvatore Dedola, un linguista che, studiando l’etimologia dei termini sardi legati al Carnevale è riuscito a risalire alla vera origine delle maschere, legate a riti antichi risalenti all’epoca pre-cristiana.

A partire dalla stessa parola ‘Carrasegare’, derivante dall’accadico ‘qarnu(m)’, potere, e ‘sehu’, rivoltarsi, distruggere, dissacrare, col significato quindi di ‘dissacrazione del potere’.

“Come successo con altre ricorrenze e tradizioni pagane anche il Carnevale – ricorda l’articolo de Il Globo - è stato riadattato con l’avvento del cristianesimo. Non riuscendo a cancellare questi riti, incredibilmente legati a superstizioni popolari e intrinsechi alla stessa civiltà contadina, la Chiesa iniziò a demonizzarli o a modificarli in proprio favore.

Fu così, ad esempio, che le maschere dei Mamuthones, che tradizionalmente effettuavano danze intorno al fuoco, come ‘danze della pioggia’ per invocare gli dei, vennero collegate alla tradizione cristiana di Sant’Antonio, sceso negli inferi per riportare il fuoco agli umani.

Su Maimone è un’altra maschera legata al culto dell’acqua, come capisce dall’etimologia del nome stesso che deriva da “maim”, acqua in ebraico antico. Ancora oggi, Su Maimone è presente al Carnevale di Oniferi, rappresentato come un fantoccio trasportato su un asino con corna caprine e il viso coperto con una pala di fico d’India, una pianta che è un importante serbatoio d’acqua.

Legata all’acqua anche la tradizione di sa Sartiglia, un palio che si svolge ogni anno a Oristano nell’ultima domenica di Carnevale, durante il quale la maschera di Su Componidori, rappresentante un dio in terra, viene trasportato in giro senza poter appoggiare i piedi a terra e benedicendo la folla con la “Pippìa de Maju”.

Ma, nonostante i secoli di distanza abbiano spesso offuscato lo spirito originale dietro al ‘Carrasegare’, ancora una volta sono le etimologie delle parole a ricordarcelo. Come la stessa parola “maschera”, di origine sumerica, composta da “mas” (puro), “ka” (parola) e “ra” (indirizzare), ovvero “indirizzare parole pure o schiette”.

Chi indossa una maschera, quindi, non nasconde la verità; anzi, è quello più pronto a dirla. Ed è quello che si fa a Carnevale: si indossano maschere per spogliarsi di quelle quotidiane, si fanno scherzi per essere seri, si sovverte l’ordine per ritornare all’ordine.

In occasione del vernissage, a ingresso gratuito, è stato offerto un rinfresco con prodotti sardi.

Nella foto di Luca Pisci maschere tradizionali sarde

 

 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalita illustrate nella pagina di policy e privacy.

Chiudendo questo banner , scorrendo questa pagina,cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all`uso dei cookie. Per saperne di piu'

Approvo

Pubblicità big

Archivio

In questa sezione potrai trovare tutti i numeri del "Messaggero Sardo" dal 1969 al 2010

Archivio Nuovo Messaggero Gds Online...

Circoli

Elenco completo di tutti  i circoli sardi in Italia e nel Mondo, le Federazioni e le Associazioni di tutela.

Sport

Le principali notizie di tutti gli sport.

In Limba

Le lezioni in limba, il vocabolario e le poesie in limba.

doğal cilt bakımı doğal cilt bakımı botanik orjinal zayıflama ürünleri doğal eczane avon