Benvenuto nel Sito dell`Associazione Culturale  Messaggero Sardo

HomeNovasAttualitàSuccesso della festa se “Sa Die de sa Fraternidade”

Attualità

Successo della festa se “Sa Die de sa Fraternidade”

 Grande festa a Montecchio di Vallefoglia dove domenica 17 settembre si è svolta l’ottava edizione della giornata culturale sarda, denominata “Sa Die de sa Fraternidade”, manifestazione organizzata dall’Associazione Culturale Sarda “Eleonora d’Arborea” di Pesaro, all’insegna della fratellanza e della solidarietà con la raccolta di aiuti “Pro alluvionati di Livorno”.

 

L’evento, grazie ai buoni rapporti esistenti tra la comunità dei sardi e quella locale, si è tenuto a Montecchio con il patrocinio e la co-organizzazione del Comune di Vallefoglia, la collaborazione della Pro Loco e la partecipazione del comune di Torpé, ospite con i suoi amministratori, le tradizioni, l’ambiente naturale, l’artigianato e l’arte.

Il circolo “Eleonora d’Arborea” ha un particolare rapporto di amicizia con Torpè dovuto al fatto che dopo l’alluvione del 18 novembre 2014, che colpì decine di famiglie del comune sardo, l’associazione dei sardi di Pesaro si era prodigata, insieme alla Federazione dei circoli Sardi e tra soci e non, per raccogliere fondi e donarli alle famiglie bisognose d’aiuto e per finanziare il restauro della cappella del cimitero danneggiata dal nubifragio.

La giornata si è svolta con grande partecipazione di pubblico, fin dalla S. Messa nella Chiesa di Santa Maria Assunta a Montecchio di Vallefoglia, celebrata con canti sardi molto apprezzati (Deus ti salvet, Maria “e “Non potho reposare”). Poi corteo in costume del Gruppo Folk Torpè "Eugenio Chessa" con balli e musica della tradizione culturale sarda.

Raggiunto la sede della festa e salutato i partecipanti, si è passati a degustare il menù di prodotti tipici eno-gastronomici sardi: formaggio, salsicce e olive per antipasto, malloreddus al sugo di cinghiale e polenta marchigiana ai funghi per primo piatto, porceddu allo spiedo come secondo, un tris di dolci, ed infine mirto e caffè, poi intrattenimento musicale fino a sera.

L’evento si è concluso con il reciproco intendimento di incontrarsi a Torpè nella prossima primavera per visitare anche lo splendido Parco Naturale Regionale dell’Oasi di Tepilora proclamato dall’UNESCO riserva della biosfera, il Nuraghe di San Pietro, il Rio Posada, il Monte Tepilora e le bellissime località marine di Posada e la Caletta.

Tre comunità che s’incontrano nel nome della fraternità e della solidarietà è un fatto importante che porterà ad una crescita per tutti i partecipanti e ricadute positive sulla collettività Sarda e Marchigiana.

 Luciano Zucca – presidente Associazione

 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalita illustrate nella pagina di policy e privacy.

Chiudendo questo banner , scorrendo questa pagina,cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all`uso dei cookie. Per saperne di piu'

Approvo

Pubblicità big

Archivio

In questa sezione potrai trovare tutti i numeri del "Messaggero Sardo" dal 1969 al 2010

Archivio Nuovo Messaggero Gds Online...

Circoli

Elenco completo di tutti  i circoli sardi in Italia e nel Mondo, le Federazioni e le Associazioni di tutela.

Sport

Le principali notizie di tutti gli sport.

In Limba

Le lezioni in limba, il vocabolario e le poesie in limba.

doğal cilt bakımı doğal cilt bakımı botanik orjinal zayıflama ürünleri doğal eczane avon