Benvenuto nel Sito dell`Associazione Culturale  Messaggero Sardo

Home

Articoli

Tirrenia: discriminazioni sulle agevolazioni agli emigrati

Il signor Flavio Carruana, qualche giorno fa ci ha inviato questa e-mail.

“Buongiorno, complimenti e grazie per questo ottimo e utile contatto con la nostra terra che ci fornite con il Messaggero. Lunga vita al Messaggero. Forse vi sarà già stata rivolta questa domanda, in quel caso me la sono persa e me ne scuso. Come mai la Tirrenia applica uno sconto ai nativi solo se lavoratori dipendenti? Escludendo cosi non solo uno del cosi detto popolo delle partite iva, ma soprattutto un disoccupato che ne avrebbe sicuramente più bisogno ancora?

Grazie della risposta e buon lavoro”.

Anche se con la Tirrenia e le altre compagnie di navigazione le sorprese non mancano mai, la circostanza ci ha sorpreso. Abbiamo manifestato la nostra sorpresa e suggerito al nostro lettore di segnalare il caso all’ assessore dei Trasporti della Regione Sardegna

 “Vi garantisco – ci ha risposto Carruana - che questa loro norma esiste e che è chiaramente scritta nero su bianco da  diversi anni sul loro sito quando si vuole fare una semplice prenotazione da nativo e residente in Italia.

Chiedevano uno stato di famiglia e una certificazione dal datore di lavoro (esperienza personale). Quest'anno ho voluto segnalarlo a voi, portavoce di noi immigrati.

Ho chiesto anche all'agenzia prenotazioni e  mi hanno confermato questa norma (molto discriminatoria.)

Io proverò a contattare l'assessorato ai Trasporti, se da parte vostra (molto più importante del mio modesto peso) potete segnalarlo e chiedere spiegazioni noi tutti ve ne saremmo grati.

Affettuosamente e con riconoscenza”.

A questo punto abbiamo chiamato il numero verde della Tirrenia per le prenotazioni e l’incaricata è cascata dalle nuvole: non era a conoscenza di questa assurda discriminazione.

Lo abbiamo riferito al signor Caruanna che ci ha confermato la sua denuncia.

“Io ho dovuto fare i biglietti senza sconto perchè mi chiedevano di fornire un'autocertificazione.

Basta fare un biglietto e vedrete che vi viene richiesto. Aldilà di quello che possono dire questi sono i fatti , ed è successo a me. Dunque parlo in prima persona. Fate materialmente un biglietto e verdrete.

Ho chiamato anche il numero del sito Traghetti per Sardegna.it al 056915257 e mi hanno chiesto la stessa autocertificazione più un certificato di stato di famiglia da richiedere in comune, in barba all'autocertificazione.

Vi scrivo queste cose con un po’ di amaro in bocca, ma senza la minima animosità.

Semplicemente per far si che le regole magari siano chiare e non ambigue.

Perchè dove c'è il minimo dubbio, una persona corretta non prende rischi e fa quello che ho dovuto fare, pagare la tariffa intera.

E spero che possiate portare un ulteriore contributo, ne avete portati già tanti e ve ne sono riconoscente, per rendere i nostri spostamenti meno "odisseaci".

Grazie dell'interessamento”.

Un abbraccio virtuale

Flavio Carruana

 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalita illustrate nella pagina di policy e privacy.

Chiudendo questo banner , scorrendo questa pagina,cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all`uso dei cookie. Per saperne di piu'

Approvo

Archivio

In questa sezione potrai trovare tutti i numeri del "Messaggero Sardo" dal 1969 al 2010

Archivio Nuovo Messaggero Gds Online...

Circoli

Elenco completo di tutti  i circoli sardi in Italia e nel Mondo, le Federazioni e le Associazioni di tutela.

Sport

Le principali notizie di tutti gli sport.

In Limba

Le lezioni in limba, il vocabolario e le poesie in limba.

doğal cilt bakımı doğal cilt bakımı botanik orjinal zayıflama ürünleri doğal eczane avon